search instagram arrow-down
Riccardo Specchia

Roma. Aeroporto Internazionale “Leonardo da Vinci”, Fiumicino. ore 07.50.

Il mio volo per Atlanta,  scalo per raggiungere il Perù, è stato cancellato. Panico. Un ultimo, “delicato” segnale dal mio bel paese. “Non andar via”.

Ad attendermi, al TERMINAL 5 dell’aeroporto della capitale, due bestioni con fucile AK-47 al seguito e faccioni inquietanti. Se non sei un terrorista un po’ ti ci senti. Il TERMINAL 5, è quello dedicato alle compagnie cosiddette a rischio attentati: USA, Israele, Russia ecc. mmmm…
Tutto molto rilassante.

Dopo poca attesa il personale della Delta air lines si palesa, provano subito a cercarmi una soluzione sostitutiva. Ho montato un casino per arrivare a questo aeroporto in tempo. Anche mio padre e mia madre si sono uniti nel piccolo miracolo di parlarsi in occasione della mia partenza. Una cosa che non accadeva da anni. Dovevo partire.
Dopo qualche espressione dubbiosa, da parte del tipo che maneggiava il cervellone elettronico, la soluzione la troviamo. Bisogna sistemare tutti questi passeggeri. Atlanta è sotto una bufera di neve, un po’ tutti gli Stati Uniti del centro-nord in questo periodo.
Da lì non si passa dunque.
Dopo poco mi chiamano. L’ansia è giunta al giusto livello. Dicevo io, tutto troppo tranquillo.
Volo anticipato di un’ora, giusto il tempo di correre al TERMINAL 1 (come attraversare una città). Dal largo anticipo che mi ero ricavato, tutto si trasforma in un incubo. Check-in da fare, bagaglio stile frigorifero da imbarcare, e saluto con lacrimuccia ai miei cari. Il tempo è sempre tiranno.
I miei si fiondano in macchina con tutti i loro acciacchi. Non vogliamo girare il remake di ‘mamma ho perso l’aereo’, perciò devo passare da quel gate.
Si parte con Alitalia, direzione Amsterdam e poi dritti a Lima. Arriverò anche prima del previsto. In tempo per una buonissima cena peruviana con tanto di pisco sour, gustosa bevanda alcolica (scacciapensieri) locale.

Mi fa piacere salutare il paese natale facendomi traghettare dalla sua compagnia di bandiera. Che stile. Meglio salutare anche loro. Non si sa mai. Sono tempi brutti per la flotta tricolore.

Destinazione Perù. Curiosità e voglia di evadere. Un viaggio fino all’ombelico del mondo. Un grande volo che potrebbe trasformarsi in un: “solo andata”.

modulo d’ingresso in Perù

Porto via con me un pezzo di amicizia.
La guida affascinante regalatami dal previdente Marco; il taccuino e la placchetta di whisky del fratello Eddy (a lui la promessa di una sorsata in suo onore, quando sarò sulla vetta del Machu Picchu); mio fratello Mario e le sue telecamere tascabili, dalle quali presto arriverà qualche video; l’amicone Roberto e i suoi consigli paterni. Mia sorella Barbara e il suo amore per me.

La mia esperienza in Italia volge al termine. E’ da troppo tempo che raccolgo denaro e coraggio per un piccolo riscatto. Lascio il mio paese tanto bello quanto inutile. Peccato…
Attendere un cambiamento, per noi ex ceto medio, non serve più. Finisce che ricevi solo frustrazioni.
Non rimpiango nulla. Ho fatto mille cose, ho lavorato per dare sfogo alla mia professione e un solo lavoro non bastava mai. Il tutto con una fatica economica devastante.
Vado a cercar fortuna in un paese che vive il suo fermento: culturale, economico e politico. Il mio, non si accorge di essere fermo, ancora, in linea di partenza.

Sono sereno. Non so cosa mi aspetta e mi farà bene raccontarvelo. 

gli autobus a Lima si chiamano gli autobus a Lima si chiamano “MICRO”
meraviglie della natura meraviglie della natura
IMG_20140129_183458 choclo … il mais gigante 🙂
la mia prima “chicha morada” (bevanda estratta da mais viola, cannella, scorze d’ananas e lime).
ciao Pacifico!!! ciao Pacifico!!!
Frutta everywhere! Frutta everywhere!

Proverò a documentarmi e scrivere dal Perù. Vediamo insieme cosa succede.
“LA FINESTRA ANDINA…” è il titolo di questo diario.  Per chi volesse affacciarsi, prendete nota. L’indirizzo è sempre quello.

Annunci

3 comments on “Solo ida por favor…

  1. Valerio ha detto:

    emozionante! malinconico! basta, non ti leggo più! … bugia!

    "Mi piace"

  2. Gianluca ha detto:

    Ti auguro tanta fortuna amico mio, anche io cerco nuove mete!

    "Mi piace"

Rispondi
Your email address will not be published. Required fields are marked *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: