search instagram arrow-down
Riccardo Specchia

#UniónCivilYA – Una Lima unita e civile

Una marcia. Un diritto. Un corteo unito e civile.

mejorada

Succede in Perù, proprio durante le celebrazioni della settimana santa, quello che meno di un decennio fa era difficile anche pensare. Una mobilitazione di mezzi d’informazione, istituzioni, associazioni e persone.

Il 12 aprile del 2014 Lima, e più in generale tutto lo stato peruviano, ha marciato per appoggiare una proposta di legge che regolamenterebbe le unioni civili tra persone dello stesso sesso. Attraverso il suo congressista, Carlos Bruce – autore della proposta -, lo stato del Perù potrebbe essere chiamato ad un referendum. “Unione Civile per le persone dello stesso sesso”, è questa la formula che ha scosso e svegliato le diverse posizioni di questa società: dai radicali al ‘Congreso de la República’, dalle istituzioni politiche e religiose all’autonomo associazionismo. Un dibattito acceso su tutti i media nazionali che si risolverà in un semplice quesito: contro o a favore?

DSC04966

Il pomeriggio di marcia comincia. Si mangia qualcosa al volo per recuperare le energie necessarie, alcuni amici vengono a prenderci da casa e insieme fermiamo il primo taxi disposto a portarci nel punto di riunione del corteo: “parque Washington”. Da qui, i “quattro gatti” previsti per l’occasione diventano cento, poi mille forse duemila. Tanti, ad ogni modo.

DSC04963

DSC04965

DSC04973

DSC04983

DSC04985

DSC05026

DSC05011

Il tassista non si fa sfuggire l’occasione d’intrattenimento durante la guida e comincia il suo comizio. “Io non sono contro, anzi l’approverei subito con decreto – dice guardando nello specchietto retrovisore per farsi capire meglio – però … Non voglio vedere tutte queste focose dimostrazioni d’affetto che mi è capitato di osservare, da una coppia gay, mentre guidavo il mio taxi”. Uno dei nostri amici si accende subito e gli dice “si, ma vale per tutti i tipi di coppie questo ragionamento?”. Il tassista, consapevole della gaffe, subito risponde: “claaaaaarooo” dimostrando, a modo suo, quanto chiari siano i principi che lo accompagnano.

Solo pochi giorni prima, proprio mentre il collettivo “UniónCivilYA” si dava da fare per organizzare al meglio la marcia, un cartello pubblicitario di quelli enormi posti a 15 metri d’altezza per l’avenida Universitaria, lanciava il suo messaggio pescato addirittura dall’antico testamento: “Dio dice, non ti accosterai con un uomo come se questo fosse una donna… È abominio”. Polverone immenso e l’impressione che la marcia sarebbe stata ancor più faticosa.

1959329_10152333333964127_3545255718165022261_n

L’occasione è molto ghiotta per osservare, in maniera meno turistica possibile, le transennate vie del centro cittadino. Il cuore pulsante della grande metropoli, troppo spesso non considerato anche dagli stessi limeñi, sempre più protesi verso centri commerciali, moderni quartieri sicuri e piacevoli. Lima, un gigante sperduto in cerca del proprio cuore.

DSC05036

L’atmosfera è delle più belle. Un fiume colorato di persone attraversa una delle vie principali del centro che ci conduce alla seconda piazza più importante della città, Plaza San Martin. Il traffico di Lima si ferma per un po’. Agli incroci la gente, negli autobus e dalle case, si affaccia per guardare e sorridere. Il corteo in alcuni punti viene salutato dagli applausi dei passanti, in altri da simpatici e curiosi volti perplessi. Un sabato pomeriggio meraviglioso. Concludiamo la nostra festa premiando i nostri sforzi in un bar antico del vero centro storico di Lima.

Quello che personalmente ho visto, va molto oltre l’inizio di una battaglia per i diritti. Ho visto Lima e il Perù sorridere e, quando ciò succede in questi angoli di mondo, lo spettacolo diventa incantevole.

DSC05038

DSC04999

DSC05015

DSC04994

DSC05077

DSC05081

DSC05086

Proverò a documentarmi ancora e scrivere dal Perù. Vediamo insieme cosa succede.
“LA FINESTRA ANDINA…” è il titolo di questo diario.  Per chi volesse affacciarsi, prendete nota. L’indirizzo è sempre quello. 

 

Foto di Riccardo Specchia
Annunci

2 comments on “#UniónCivilYA – Una Lima unita e civile

Rispondi
Your email address will not be published. Required fields are marked *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: